Edizione attuale - settembre/ottobre 2020
Solo una goccia
Walther Waldner
Se si mette a confronto la produzione media annua di uva in Alto Adige (quasi 330.000 hl) con quella totale italiana, pari a 45.000.000 hl o anche con quella mondiale (250.000.000 hl), appare subito chiaro che l’Alto Adige ne ha parte con una “goccia”. All’inizio degli anni ‘80 si è toccato il punto più oscuro della vitivinicoltura altoatesina: a causa dei bassi prezzi di liquidazione, infatti, molti viticoltori sostituirono le viti con piante di melo. La superficie vitata scese a quasi 4.500 ha. Da allora la situazione si è radicalmente modificata e l’obiettivo è diventato produrre uva di qualità. Le resead ettaro sono state limitate volontariamente, per qualche vitigno addirittura dimezzate. Da alcuni anni la superficie vitata ...
Leggere articolo
Agricoltura biologica: attuale stato dell’arte in Provincia di Bolzano
Sara Gottardi
I frutticoltori e i viticoltori altoatesini che per la prima volta decidono di convertire la propria produzione al biologico lo comunicano al nostro ufficio generalmente entro fine agosto. In autunno è quindi possibile tracciare una panoramica aggiornata dello stato della frutticoltura e viticoltura in Provincia di Bolzano.
Leggere articolo